Santoro: «Il servizio pubblico è stato umiliato e mutilato»

Fonte: www.corriere.it

ROMA – «Il servizio pubblico è stato umiliato e mutilato», lo ha detto Michele Santoro alla manifestazione davanti alla sede Rai di via Teulada in collegamento con Otto e Mezzo su La7. Santoro ha denunciato che «è stata cancellata la distinzione tra tribune politiche e programmi di approfondimento prevista dalla legge sulla par condicio, per cui «i programmi sono stati trasformati di imperio in tribune politiche» e ha definito «clamoroso» il fatto che «in questa settimane non vadano in onda neanche le tribune politiche». Il 25 marzo ha poi ribadito che ci sarà uno speciale di Annozero: «Faremo la nostra trasmissione e tutti coloro che vorranno trasmetterla da qualche parte potranno farla». Invito accolto da Radio Città Futura che si è resa disponibile per la messa in onda.

BERSANI – «Neanche in Iran riescono a fermare l’informazione. Il Pd è prontissimo a farsi interrogare e a esporre i propri programmi in canali non televisivi», ha affermato il segretario del Pd Pierluigi Bersani, alla manifestazione di via Teulada. «L’obiettivo è non far parlare la realtà e non quello di mettere il bavaglio ai politici».

VESPA-GEROVITAL – «Bruno Vespa è il mio Gerovital», aveva detto Santoro al collega conduttore di Porta a Porta che in un’intervista concessa al Corriere della Sera lo aveva definito «l’Attila della par condicio». Vespa, ha detto il giornalista di Annozero, «mi sta facendo tornare ragazzino. Quando andavamo a scuola c’era sempre quel compagno di classe un po’ birbantello che indicava l’altro come responsabile delle marachelle. Ma noi ci battiamo anche per lui perché quello che sta succedendo non ha precedenti nella storia della tv occidentale, è un atto censorio molto grave». Quella tra i due giornalisti è una polemica nella polemica: i conduttori Rai infatti protestano contro l’azienda di viale Mazzini dopo la decisione di interrompere fino alla fine delle Regionali i talk show.

STOP AI TALK SHOW – «Noi avevamo dimostrato di poter andare in onda senza ospiti politici, avevamo già fatto due trasmissioni senza ospiti politici, una delle quali aveva avuto uno dei risultati migliori contro il festival di Sanremo, l’altra ha sfiorato il 20% la scorsa settimana. Quindi semmai sono i politici ad aver bisogno di noi» ha detto a riguardo Santoro.

PD E IDV ALLA MANIFESTAZIONE DELL’USIGRAI – In piazza con l’Usigrai (il sindacato dei giornalisti Rai) che ha indetto la manifestazione, presenti il Pd e i dipietristi. «Italia dei valori aderisce alla veglia per la libertà indetta dall’Usigrai» ha detto il capogruppo dell’Idv in commissione di Vigilanza, Pancho Pardi. E il capogruppo Idv alla Camera Massimo Donadi ha lanciato l’iniziativa sul suo blog di «inondare di mail e di fax il direttore generale della Rai chiedendo di riaccendere l’informazione». «Sarò, assieme ad altri esponenti del Pd, in via Teulada per testimoniare la nostra solidarietà ai giornalisti colpiti dalla decisione presa dalla maggioranza del Cda della Rai» aveva annunciato lunedì Matteo Orfini, della segreteria del Partito democratico e responsabile Cultura e informazione. All’iniziativa hanno dato la loro adesione anche i componenti della commissione di Vigilanza Paolo Gentiloni, Vinicio Peluffo e Vincenzo Vita e il presidente del forum Riforma del sistema radiotelevisivo Carlo Rognoni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...