Pd, la resa dei conti è rimandata «Adesso tutti con Vendola»

La Direzione del Pd ha affrontato oggi, come era inevitabile, il caso Puglia, con la vittoria schiacciante di Nichi Vendola sul candidato del Pd, Francesco Boccia, ma l’attesa resa dei conti non c’è stata. La minoranza di Area Democratica e della mozione Marino infatti, che pure ha usato accenti critici verso la linea scelta dalla segreteria Bersani, non ha però messo in discussione fino in fondo le scelte del segretario, nè ha messo sotto accusa Massimo D’Alema.

L’ex premier che si è presentato alla riunione subito dopo aver diffuso un comunicato per dire la sua sulla vicenda pugliese, «prendo atto della vittoria di Vendola» e «mi prendo parte della responsabilità» di non aver reso chiaro il messaggio agli elettori, alla Direzione non ha preso la parola ed è andato via subito dopo la relazione di Bersani. È lui il regista della sconfitta in Puglia ma nessuno, negli interventi che si sono susseguiti numerosi per tutta la mattinata e il pomeriggio, ha mai pronunciato il suo nome.

L’unica a parlare apertamente è stata la deputata pugliese Cinzia Capano il suo sfogo lo ha indirizzato nei confronti di Nicola Latorre in particolare per la recente intervista in cui il senatore dalemiano minacciava di «mettere fuori dal partito» chi non si schierava con Boccia.

Dal canto suo Bersani nella relazione alla Direzione ha difeso la linea scelta dal partito, quella di privilegiare dove possibile, l’alleanza con l’Udc pur confermando che da oggi il Pd tutto dovrà impegnarsi a sostenere Vendola. Quanto al quadro complessivo il segretario è convinto che il dato di fatto che fa ben sperare è che rispetto alle scorse elezioni regionali «il centrodestra è più piccolo» perchè si presenta con un’alleanza priva dei centristi in molte regioni. Il Pd è riuscito infatti a ottenere il sostegno di Casini in 5 regioni e in altre 5 l’Udc correrà da sola, è di poche ore fa l’annuncio che anche in Puglia ha deciso di appoggiare Adriana Poli Bortone piuttosto che Rocco Palese del Pdl.

Non ha parlato invece Dario Franceschini, mentre Walter Veltroni non ha neppure partecipato alla Direzione. Marina Sereni, vicepresidente del Pd, ha avvisato che «le regionali non sono un test per il segretario ma per tutto il partito». Il dibattito è stato quindi alimentato dagli esponenti di maggioranza o minoranza provenienti dalle regioni in cui il Pd non ha ancora sciolto il nodo delle candidature, come in Campania, sono intervenuto sia Vincenzo De Luca, papabile candidato, al quale ha replicato Andrea Cozzolino, suo antagonista in Campania. È ancora aperta la vicenda in Umbria: Mauro Agostini ha perorato la sua causa per la corsa a governatore, sostenuto dal veltroniano Walter Verini, il quale dopo il caso Puglia è tornato a chiedere le primarie anche in Umbria.

C’è stato anche un battibecco tra Pierluigi Castagnetti e Franco Marini sulla scelta del Pd di puntare su Emma Bonino nel Lazio. Il primo ha sollevato, come ha già fatto pubblicamente, il tema del disagio dell’elettorato cattolico verso la candidata radicale, e l’ex presidente del Senato ha cercato di rassicurare gli animi agitati dal dato pugliese e ha difeso la Bonino ricordando che ha già fatto parte della coalizione e che è stata perfino capolista alle ultime elezioni con il Pd. Critici sul Lazio sono stati Paolo Gentiloni e Luigi Lusi. L’ex braccio destro di Francesco Rutelli ha preso in prestito una delle metafore care a Bersani: «Abbiamo perso la capacità di mettere l’orecchio a terra». Ma la resa dei conti per ora è rinviata a dopo il voto di marzo: «Una riflessione dovrà esserci – ha osservato Verini -, ma dopo le regionali».

www.unita.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...