Lettera di Andrea Manciulli ai militanti del PD

Carissimi,

vi chiedo 75 giorni di impegno straordinario.

Vi propongo tre risultati che è possibile raggiungere e che ci consentiranno di governare bene. Ci consentiranno di affrontare la sfida per una Toscana che guarda al futuro, che si attrezza, che si vuole moderna, operosa e giusta.

Il primo risultato sarà Enrico Rossi Presidente. Un uomo che conosciamo bene, che fin da giovanissimo ha assunto e onorato le responsabilità che gli venivano affidate. Sindaco di Pontedera e poi Assessore alla sanità, ha costruito la capacità di fare partendo da convinzioni ideali ben radicate. Un uomo di sinistra, della sinistra riformista. Della sinistra che si oppone alla prepotenza e all’ingiustizia non solo con parole ferme, ma soprattutto con gesti, scelte, atti.

Con Enrico per una Toscana dinamica, moderna, coesa. In cui le differenti vocazioni del suo territorio si mettono a sistema. In cui si realizzi il modello per un’Italia che affronta il suo malanno: quello di un Governo incapace, asservito, dominato dall’egoismo e dall’arroganza. L’Italia in cui, prima si invocano le ronde, poi si esercita aperto lassismo verso le armi della ‘ndrangheta. L’Italia in cui si può lavorare a 25 euro al giorno al nero e poi si viene presi a fucilate. Di questo è urgente occuparci.

Il secondo risultato sarà il Partito Democratico. L’affermazione della nostra lista, il consolidamento e l’estensione della nostra maggioranza nel Consiglio Regionale. Saremo noi, i Democratici, il legame tra la politica del Governo Regionale con la vita quotidiana di tutti i cittadini. Le donne, i giovani e gli anziani. I lavoratori, gli studenti. Chi vive nelle città e nelle periferie. Chi cresce nei tanti comuni delle province. Chi è occupato e chi non lo è stabilmente o non lo è a sufficienza. Chi già ora esprime eccellenza e chi ancora è impegnato nello studio e nella ricerca. Chi è capace di offrire aiuto ai più deboli e chi ha bisogno di questo aiuto. Questa Toscana di poco più di tre milioni e mezzo di persone può trovare in noi il posto giusto e il modo concreto per aver cura di sé e del proprio futuro.

Ed infine a vincere – con Enrico Rossi Presidente e con la buona affermazione delle liste del PD – sarà la politica. La capacità di restare estranei alla degenerazione della presunzione individuale. Estranei all’idea che chiunque ci stia vicino come qualunque cosa la natura ci offra è lì perché se ne faccia scempio. No! Noi crediamo di essere parte di una tradizione che ha fondato il senso civile della convivenza, dell’interesse degli uni per gli altri. Da questa tradizione svolgeremo in avanti una attenzione e un interesse all’opera e alle scelte di governo.

Ecco: vi chiedo impegno, convinzione. Vi chiedo di uscire, di ascoltare e intervenire. Ogni proposta è capace di produrre un’idea importante. Di portarci a condividere bisogni e a saperne produrre la realizzazione.

In fondo sono i primi 75 giorni di un viaggio che, come capita alle grandi avventure, non finirà mai.

 Un abbraccio,

 Andrea Manciulli

Segretario Regionale Partito Democratico

Unione Regionale Toscana

Annunci

Una risposta a “Lettera di Andrea Manciulli ai militanti del PD

  1. Pingback: Enrico Rossi Presidente • Una settimana di campagna, le reazioni del web

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...