Regionali, Serracchiani si candida: “Basta con la stagione degli ex”

UDINE – ”Ho scelto di candidarmi”. Debora Serracchiani, annuncia così la sua scesa in campo per la segreteria regionale del Pd del Friuli Venezia Giulia. Una sfida che la vedrà contrapposta all’udinese Vincenzo Martines che può contare sul sostegno dell’area legata a Pierluigi Bersani. ”Con Martines politicamente siamo nello stesso partito, ma in questo momento abbiamo delle idee programmatiche diverse per la Regione – spiega Serracchiani -. Comunque ci accomuna uno stesso obiettivo, fare del Pd un grande partito e riconquistare la Regione”.

Per conoscere il programma della plurivotata europarlamentare democratica bisognerà aspettare i prossimi giorni: ”Ora c’e’ bisogno di confrontarsi, ma non di contrapporsi. Perfino la mia candidatura ha un sostegno trasversale e quindi non e’ affatto coincidente con quella nazionale. E’ importante, in ogni caso, che il congresso ci consenta di fare quella mescolanza che finora non e’ stata possibile e che abbiamo rimandato troppo a lungo. Questo e’ il momento in cui deve finire la stagione degli ex”.

La scelta della Serracchiani trova il plauso convinto di Franceschini: “Da Debora arriva una lezione per tutti. La sua scelta dimostra coi fatti l’dea che ha, e che io ho conosciuto fin dal primo momento, sul modo di stare nel partito e sui criteri di selezione dei nuovi gruppi dirigenti”. L’ex segretario difende l’europarlamentare dalle critiche che ne hanno accompagnato il cammino fin dal giorno del suo intervento all’assemblea nazionale dei circoli del Pd: “E’ stata oggetto di molte acidità e di critiche ingiuste fatte anche da dirigenti importanti del Pd che non conoscevano nè lei nè il suo modo di stare nel partito. E’ stata rappresentata come una ragazza fortunata che, grazie all’attenzione mediatica, avrebbe bruciato tutte le tappe interne. In realtà è una dirigente preparata e con le idee chiare”.

Nel frattempo, continua la battaglia nazionale non si ferma. Con Bersani che si dice “commosso” dal sostegno del sindaco dell’Aquila Massimo Cialente e trova l’appoggio del presidente della Regione Piemonte, Mercedes Bresso.

Non si arrende Beppe Grillo che dopo il tentivo (andato a vuoto per il no del Pd) di prendere la tessera e candidarsui a segretario, chiama a raccolta i suoi sostenitori: “Un circolo del Pd, ‘Martin Luther King’, mi ha dato la tessera. I vertici lo hanno subito disconosciuto. Faccio un appello a tutti i circoli del Pd: fate outing, multitesseratemi, mandate a casa chi vi ha fatto perdere tutto, ma proprio tutto e che preferisce il ladro Craxi al galantuomo Berlinguer. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene). Noi neppure”.

www.repubblica.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...