Tagliare i parlamentari: il governo vota contro. E poi vuol raccogliere le firme per farlo…

Bocciata la proposta PD per tagliare i parlamentari. Il Senato ha detto no alla richiesta avanzata dalla capogruppo del Pd al Senato, Anna Finocchiaro, di calendarizzare nella settimana che si apre il 9 giugno i disegni di legge per ridurre i parlamentari.

“Le chiedo – aveva detto Finocchiaro in Aula riferendosi direttamente al presidente del Senato Schifani – di calendarizzazione nella settimana che va dal 9 all’11 giugno l’esame di questi ddl. Fino a quando non verranno calendarizzati, non voteremo il calendario in sede di capigruppo e solleveremo la questione, che se è rilevante per il Pd non credo sia meno rilevante per il Pdl, visto che il premier pensa a raccogliere le firme per un’iniziativa popolare”. Una richiesta, aveva poi sottolineato Finocchiaro, che non vuole bypassare il lavoro della commissione: “Nessuno vuole una lettura approssimativa di questi provvedimenti, ma visto che ne discutiamo da circa un decennio nelle aule parlamentari, credo che la materia sia abbastanza istruita”.

Nonostante le tante parole sull’urgenza di avviare presto la discussione su questi temi, l’assemblea di Palazzo Madama ha però bocciato la proposta di calendarizzare i ddl nella settimana del 9 giugno, quindi alla ripresa dopo la pausa dovuta alla tornata elettorale.
“Facciamola subito, già domani, una legge che diminuisca il numero di parlamentari da 945 a 500. Hanno fatto il Lodo Alfano in tre giorni – ritorna all’attacco Dario Franceschini – basta votare già da domani mattina alla Camera il nostro disegno di legge che abbiamo depositato il primo giorno della legislatura, che trasforma il Senato in una Camera delle regioni e porta il numero dei parlamentari eletti da 945 a 500. Oltre tutto questo testo fu votato da tutti in commissione già nella scorsa legislatura”. –

Stessa conclusione anche alla conferenza dei capigruppo della Camera dove Lega e Pdl definiscono “propagandistica” la nostra proposta. Difficile non essere d’accordo con Anna Finocchiaro: “Dov’è finita l’urgenza? E’ la dimostrazione che il premier racconta balle”.

www.partitodemocratico.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...