Altro che crisi piscologica, a rischio 1 italiano su 5!

Redditi più bassi d’Europa e famiglie a rischio. Italia dietro Spagna, Grecia, Romania e Paesi Baltici
Forse il Premier dirà dell’Istat che difetta di ottimismo, convinto come è che la causa della crisi sia soprattutto di natura ‘psicologica’. Eppure il fatto che ad essere rischio sia una famiglia su cinque, secondo il rapporto diffuso dal centro nazionale di statistica dovrebbe lanciare l’allarme sulla reale condizione dei lavoratori e delle famiglie italiane. Anche perché il rischio è che la crisi si autoalimenti attraverso un’ulteriore contrazione della domanda.

Sono numeri su cui riflettere e che dovrebbero imporre senso di responsabilità nei rappresentanti del governo. Secondo il rapporto annuale del il 6,3% addirittura non riesce ad arrivare a fine mese e per la prima volta in 13 anni, il numero dei nuovi occupati e’ inferiore a quello dei disoccupati. Le famiglie che segnalano difficoltà economiche più o meno gravi sono due milioni e mezzo, il 10,4%: non riescono a effettuare risparmi e nella maggioranza dei casi non hanno risorse per affrontare una spesa imprevista di 700 euro, con particolare incidenza al Sud, mentre il calo dell’occupazione investe soprattutto il Centro e il Nord – Est, anche se il Mezzogiorno si conferma l’area con la maggiore concentrazione di disoccupati.

“Il Pd per far fronte a questa emergenza aveva proposto un contributo di solidarietà, il governo invece aveva, come al solito, preferito fare finta che il problema non esistesse” – ha dichiarato il Senatore del Pd Tiziano Treu. “La situazione è estremamente seria e ciò che più preoccupa è la distanza dell`esecutivo dai problemi delle persone: problemi che si crede di poter risolvere solo con annunci che, puntualmente, restano tali. L`Istat ha dipinto uno scenario preoccupante che tuttavia nelle sue cifre era noto da tempo. La cosa grave è che il governo pur conoscendo la situazione non si è fatto scrupolo di depredare il fondo per la povertà e quello per i non autosufficienti”.
Anche Massimo D’Alema attacca il Governo: ”La notizia vera di oggi sono i dati dell’ Istat, la crescita della disoccupazione, del disagio sociale, della povertà A fronte di questo grande fenomeno abbiamo un presidente del Consiglio che nega la realtà ella crisi e nulla fa per risolverla”.

Da Alghero interviene anche Pierluigi Bersani, responsabile economico del Pd: ”Il Governo di Berlusconi si sottrae agli impegni sociali come testimoniano le rilevazioni dell’Istat che proprio oggi riferiscono di una drammatica situazione che investe le famiglie italiane”. Lo ha detto il responsabile economico del Pd, Pierluigi Bersani, questa mattina ad Alghero per un tour elettorale per le europee. Bersani si e’, quindi, soffermato sulla Sardegna che ”e’ il massimo emblema del tradimento di Berlusconi, la dimostrazione concreta della differenza tra le parole e le promesse, ed i
fatti”. Bersani ha citato le opere non realizzate a La Maddalena, ma anche la strada Olbia-Sassari, la chimica, il porto di Porto Torres, il mancato Collegio unico per la Sardegna alle Europee.
”Lo Stato non può rinunciare ai suoi doveri: proteggere quei lavoratori e quelle famiglie che rischiano di essere colpite dalla crisi in modo più profondo”. Secondo Luigi Biggeri, presidente dell’Istat , occorre ”un sostegno alle fasce più deboli e più colpite, sostegno che ha per altro una giustificazione economica nella necessità di evitare che la crisi si autoalimenti attraverso la caduta della domanda interna”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...