Il presente e il futuro di Colle di Val d’Elsa nella prima iniziativa politica alla Festa del Pd

Bilancio dell’attività politica ed amministrativa, situazione politica locale, questione casa, sicurezza e politiche di area. Sono stati questi i temi al centro della prima iniziativa politica della Festa de L’Unità per il Partito democratico di Colle di Val d’Elsa, in corso a Gracciano, che si è svolta nei giorni scorsi e che ha visto l’intervista, condotta dalla giornalista Carlotta Lettieri, al sindaco di Colle di Val d’Elsa, Paolo Brogioni e al segretario del Pd colligiano, Fabio Panci. Ha introdotto i lavori Felice Matrisciano, componente della segreteria comunale del Pd.

Un primo bilancio dell’attività politica e della situazione politica locale è stato compiuto da Fabio Panci, segretario del Pd colligiano. “Gli ultimi mesi hanno visto nascere e strutturarsi il Partito democratico di Colle di Val d’Elsa. Sono stati creati 12 circoli con il coinvolgimento di tanti volti nuovi, soprattutto molte donne e giovani. Alle primarie abbiamo registrato oltre tremila partecipanti. Alle elezioni politiche della scorsa primavera, la prima tornata elettorale per il Pd, abbiamo ottenuto oltre il 55 per cento dei consensi. I soci fondatori sono già oltre 1.500 e nei prossimi mesi ci impegneremo per far crescere ancora il Pd a Colle, a partire dalle tre giornate dedicate al tesseramento, da venerdì 12 a domenica 14 settembre. Nei prossimi giorni partirà anche il cantiere programmatico, che si svilupperà attraverso sei forum tematici, una campagna di ascolto e di confronto con tutta la città, per arrivare, prima della fine dell’anno, ad una conferenza programmatica”. “Per quanto riguarda le alleanze – ha aggiunto Panci – siamo un partito a vocazione maggioritaria, ma non per questo a vocazione solitaria. A Colle veniamo da un percorso e da una storia importanti, fatti di alleanze di centrosinistra che, quest’anno, ha visto anche l’ingresso in maggioranza di Prc. In questi anni abbiamo registrato un approccio positivo da parte di Rifondazione Comunista, che nel 2004 era all’opposizione, nei temi che riguardano lo sviluppo della città, mentre le altre forze di opposizione hanno assunto posizioni spesso strumentali. Vogliamo ripartire da qui. Siamo disponibili a confrontarci apertamente con tutte le forze politiche, in linea con lo spirito di dialogo e di confronto che ha sempre contraddistinto la nostra città, con un confronto serio e serrato, ma sulle idee, per arrivare ad una sintesi condivisa di futuro e di sviluppo della città. Il Pd farà la sua parte, mettendo in campo le migliori energie, le nostre idee ed i progetti per la Colle dei prossimi dieci anni”.

Il sindaco Paolo Brogioni, invece, ha presentato un bilancio dell’attività amministrativa. “L’amministrazione comunale che ho guidato in questi quattro anni ha compiuto scelte di continuità rispetto a quanto fatto dall’amministrazione precedente. Abbiamo posto fra le priorità l’erogazione di servizi capaci di rispondere alle esigenze di famiglie, giovani e anziani ed il processo di riqualificazione della città, con particolare attenzione per la parte bassa. Le risorse erogate dal governo centrale sono rimaste sostanzialmente invariate rispetto a quattro anni fa, a fronte di una domanda crescente di servizi e richieste da parte delle fasce deboli. L’amministrazione comunale ha cercato di mantenere il livello dei servizi erogati e gli obiettivi che ci poniamo per il futuro, su questi due fronti, sono quelli di rafforzare i servizi socio-educativi e di completare le opere pubbliche avviate. Su quest’ultimo tema, in particolare, stiamo andando avanti nei lavori di completamento della nuova Piazza Arnolfo, del Teatro del Popolo e nella sistemazione del vecchio campo sportivo di Sant’Agostino, da dove partirà un parco urbano che collegherà quest’area con la parte alta della città”. “L’esperienza di sindaco – ha aggiunto Brogioni – è  stata importante sia dal punto di vista personale che di arricchimento professionale e mi ha dato l’opportunità di capire il meccanismo della macchina amministrativa, che spesso viene visto in maniera non corretta dall’esterno”.

Sul tema della sicurezza Paolo Brogioni e Fabio Panci hanno ribadito la necessità di puntare su percorsi di conoscenza reciproca, di integrazione e di dialogo, affiancando a tutto questo un processo di riqualificazione degli spazi urbani che permetta ai cittadini di tornare a vivere la città ed i suoi luoghi di aggregazione. “La Valdelsa – ha detto Brogioni – ha registrato negli ultimi anni un forte incremento demografico, in particolare nei Comuni di Colle di Val d’Elsa e di Poggibonsi, a testimonianza della forte attrazione esercitata dalle aziende che si trovano nel nostro territorio. I movimenti migratori, interni ed esterni, hanno modificato il volto sociale della nostra città, ma la migliore risposta a questo fenomeno è un percorso di conoscenza che deve partire dai ragazzi e dalle scuole. Accanto a questo si colloca il sistema dei servizi sociali, che deve saper rispondere in termini di accoglienza e di assistenza ai bisogni delle fasce deboli. La maggiore presenza delle forze dell’ordine è importante, ma non è l’unico strumento per dare più sicurezza ai cittadini. Presto a Colle verrà sperimentato anche un sistema di videosorveglianza molto esteso”.

La questione casa e le politiche di area sono stati i due temi che hanno chiuso la serata. “Colle di Val d’Elsa – ha spiegato Brogioni affrontando le politiche abitative – ha intrapreso, insieme ai Comuni di Poggibonsi e di Siena, un percorso volto a favorire gli affitti a canone concordato, con particolare attenzione per le fasce deboli e le giovani coppie. E’ un cammino non facile, che richiede notevoli risorse, ma che dobbiamo valorizzare per cercare di calmierare il mercato degli affitti, che è per la gran parte in mano ai privati”.

“Le politiche di area – ha detto Fabio Panci nel suo ultimo intervento – saranno la prossima sfida da affrontare in Valdelsa, che si presenta come un territorio omogeneo. Alcune esperienze sono già state avviate sotto l’aspetto culturale e sociale ed è in corso una sinergia in materia di sicurezza e di potenziamento delle forze dell’ordine. Credo che sia importante mettere a frutto le migliori energie del nostro territorio, a  partire dalla ricerca, dalla formazione, dal trasferimento tecnologico alle imprese, dall’ammodernamento delle infrastrutture e da una gestione unitaria del territorio”. “Il tema delle politiche di area – ha aggiunto Brogioni – è importante e condiviso dalle altre amministrazioni valdelsane, dal momento che, lavorando in modo sinergico e unendo le risorse e le professionalità che ogni Comune ha al suo interno, è possibile dare risposte adeguate alla crescita demografica del territorio e alle sue diverse esigenze”.

La Festa de L’Unità per il Partito democratico di Colle di Val d’Elsa andrà avanti fino a domenica 14 settembre con un ricco programma di appuntamenti musicali, enogastronomici e di intrattenimento. Ogni sera sarà possibile cenare nella pizzeria o negli stand gastronomici e, durante il fine settimana, sarà aperto anche il ristorante, che proporrà ottimi piatti di mare e di terra. Ogni sera, inoltre, i rappresentanti del Pd saranno a disposizione dei cittadini che vorranno ritirare la tessera del Pd, firmare la petizione “Salva l’Italia”, o semplicemente portare il loro contributo di idee.

Per ulteriori informazioni, è possibile visitare il sito www.partitodemocraticocolle.it, telefonare ai numeri 0577-920029 oppure 329-8606134, oppure inviare un’e-mail all’indirizzo di posta elettronica info@partitodemocraticocolle.it.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...