Sicurezza, il governo ammette i tagli. Il PD vince la battaglia, vigilerà perchè li ritirino

Un’altra conquista del Partito democratico. Un altro colpo messo a segno contro la maggioranza, costretta alla fine a fare marcia indietro sui tagli alle Forze dell’Ordine ammettendo che i tagli c’erano ed erano anche notevoli. Così il governo ha accolto, anche se riformulandolo, l’ordine del giorno firmato dal segretario del PD Walter Veltroni che impegnava la maggioranza ad aumentare le risorse al comparto sicurezza.

La bagarre era iniziata alcuni giorni fa quando Veltroni era intervenuto in aula proprio per contestare il premier Berlusconi che negava i tagli tanto che il segretario del PD vista la situazione affermava che il presidente del Consiglio grazie anche alla compiacenza dei media può deliberatamente dire cose distanti dall’evidenza e prendere in giro gli italiani senza per questo pagare pegno. Un concetto espresso ancora più chiaramente durante il suo intervento alla Festa dell’Unità di Roma: “Il premier con i mezzi di comunicazione che ha, può prendere in giro tutti, ma non le Forze dell’ordine, che infatti continuano ad essere molto irritate e pronte alla protesta”. Altro che protesta, una vera mobilitazione nazionale con tanto di sit in davanti a Montecitorio, dove ha anche preso parte Veltroni e una delegazione del PD, un’azione forte per mettere al muro il governo di fronte ai tagli inammissibili del comparto sicurezza, misure che svelavano tutta l’ipocrisia di Berlusconi & Co che da un lato dichiarano di voler garantire sicurezza ai cittadini italiani e dall’altra poi mettono mano alle forbici per tagliare un po’ qui e un po’ là. Alla fine il governo ha fatto proprio l’ordine del giorno del PD ammettendo così i tagli.

“Un risultato importante della nostra iniziativa politica”, dichiara trionfante Marco Minniti, ministro dell’Interno del Governo ombra del PD, a dimostrazione che è stato approvato un documento che “impegna il governo ad adottare ulteriori iniziative già in occasione dei prossimi provvedimenti di legge volte a incrementare il finanziamento necessario, ad assicurare il funzionamento e l’esercizio delle funzioni istituzionali proprie delle forze di polizia e delle forze armate”.
“Noi vigileremo – precisa Minniti – perché questo impegno sia mantenuto, nell’interesse delle forze dell’ordine e dei cittadini, che devono vedere assicurato il diritto alla sicurezza”.

AdO

www.partitodemocratico.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...