Gioia immensa

Finalmente!

Ingrid Betancourt e altre 15 persone tenute in ostaggio dalle Farc sono state liberate con un blitz dalle forze armate colombiane. Lo ha annunciato la sera del 2 luglio il ministro della difesa colombiano Manuel Santos. Erano le 21 e 10. Alle 21 e 22 le prime agenzie italiane mentre per una volta era una bella notizia a fare il giro dle mondo.

“Prima di tutto voglio ringraziare Dio e i soldati della Colombia” sono state le sue prime parole raccolte da Radio Caracol poche ore dopo la liberazione.

Insieme alla franco-colombiana Betancourt – la candidata alla presidenza della Repubblica colombiana sequestrata dalle Forze armate rivoluzionarie della Colombia il 23 febbraio 2002 dai guerriglieri delle Farc è rimasta sei anni e mezzo nella giungla nelle mani dei suoi rapitori – sono stati rilasciati una quindicina di ostaggi tra cui 3 soldati americani e undici colombiani. I tre soldati americani a contratto liberati sono Thomas Howes, Marc Gonsalves e Keith Stansell. Erano stati rapiti quando il loro aereo fu abbattuto durante una missione anti-narcos nel febbraio 2003. La donna e i tre soldati Usa erano considerati tra i ” 44 ostaggi chiave” nelle mani della guerriglia che in tutto tiene prigionieri circa 700 ostaggi Il blitz, senza morti o feriti, è avvenuto nella zona di Miraflores, nel centro della Colombia.

Una splendida nottata. Insonne, davanti agli schemri di pc o televisioni per molte persone in tutto il mondo, a partire dai figli, che vivono a Parigi e si rivolgono al mondo in diretta televisiva. Sono Melanie, Lorenzo e la sorella Astrid a dare la notizia, mentre Nicolas Sarrkozy e Bernard Kouchner restano alle loro spalle all’Eliseo. I ragazzi hanno voluto ringraziare tutti per il sostegno e la forza ricevuti in questi lunghi anni. Una staffetta in cui il più piccolo di loro, in jeans giacca e cravatta abbracciava gli “oratori”. “E’ la notizia più bella della mia vita” ha detto Lorenzo, il ragazzo che la mamma non vede da quando era bambino e a cui aveva dedicato uno dei passaggi più struggenti della lettera recapitata ai media nel dicembre 2007. Dall’Eliseo i ragazzi hanno volito ringraziare la Francia (“non ci ha mai abbandonato” le loro parole) il presidente colombiano con cui avevano polemizzato, Uribe, e “tutti i capi di stato dell’america latina che in questi anni ci hanno aiutato”. Ora i figli e l’ex marito Fabrice Delloye sono in volo verso la Colombia con il ministro degli Esteri, Kouchner.
Poche ore dopo le immagini che ci aiuteranno a cancellare l’angosciante silenzioso video che quest inverno ci mostrava la betancourt nella selva lacandona, muta e con i capelli lunghissimi, seduta nella foresta. Ingrid scende la sclaetta di un aereo e ritorna al alla libertà. Ingrid sorride e cammina da sola, smentendo le più fosche previsioni che la davano gravemente malata, addirittura morta. E’ la scaletta di un un aereo della Fuerza aerea colombiana, le immagini che stanno facnedo il giro dle mondo vengono girate sulla pista della base militare di Toleimada. Dopo 6 anni di prigionia la vediamo con i capelli raccolti in una treccia fermata da un fiocco bianco, con indosso una una maglietta grigia sotto un gilet mimetico e dun cappello. Tocca terra e finalmente sorride mentre si stringe in un lungo abbraccio con sua madre, Jolanda Pulecio, perchè è giunto il temppo dei sorrisi e degli abbracci. Assieme a lei altri 14 ostaggi, con cui ha diviso anni di prigionia insieme nella giungla colombiana. “Non ci siamo resi conto di quello che succedeva, perchè non c’è stato un solo sparo, non è stato ucciso nessuno, ci hanno portato fuori alla grande” ha detto Betancourt appena scesa dall’aereo.

Veltroni: “Enorme gioia, Ingrid è libera”
“La notizia mi riempie di una enorme gioia: Ingrid è libera dopo una prigionia che sembrava infinita, dopo sei anni passati in mezzo alla foresta senza perdere la speranza e il coraggio”. E’ questa la prima reazione del segretario del Pd, Walter Veltroni che – in una nota – ricorda come “in questi anni abbiamo lottato e protestato per la sua libertà. Anche in questi giorni – aggiunge – ero in contatto con sua madre. Ora davanti a questa notizia penso a lei e ai suoi familiari, alla loro gioia immensa. Una protagonista della lotta per la libertà è tornata in libertà”. Ingrid Betancourt era stata dichiarata nel dicembre 2003 cittadina onoraria di Roma proprio da Veltroni, che ha fatto issare sul Campidoglio una su agigantografia fin dal 2002, ed è stata anche candidata al premio Nobel per la pace.

Fassino: “Restituita alla vita una donna coraggiosa”
“Una bellissima notizia, una liberazione che restituisce alla vita, alla sua famiglia e al mondo una donna coraggiosa”. Lo ha dichiarato Piero Fassino, titolare degli Affari esteri del governo ombra del Pd.

Il Vaticano: vera pace per la Colombia. E’ Benedetto XVI uno dei primi a far arrivare la sua gioia per la liberazione: “Siamo molto contenti, è una bella notizia e speriamo in un segnale promettente per un cammino di vera pacificazione più ampio e duraturo in tutta la Colombia”.

Fonte: http://www.partitodemocratico.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...