Il consiglio provinciale senese compatto contro la soppressione dei treni Intercity

E’ stata approvata all’unanimità la mozione del centrosinistra e Prc contro i tagli agli intercity, decisi nei giorni scorsi da Trenitalia. Il testo è stato presentato oggi, venerdì 30 maggio in consiglio provinciale dai consiglieri Marco Nasorri e Marco Antonelli del Partito Democratico; Luciano Garosi dei Riformisti e da Roberto Renai del Prc. La mozione, che è stata votata anche dall’opposizione, dà mandato alla giunta provinciale di attivarsi nei confronti di Trenitalia e del governo per istituire nuovi servizi e offerte di treni veloci che coprano la media percorrenza dei collegamenti regionali e interregionali, in sostituzione dei treni Intercity.

“La soppressione dei treni – si legge nella mozione – senza l’istituzione di nuovi servizi e collegamenti ferroviari, costituirebbe un’ingiustificabile e grave penalizzazione della mobilità per l’intero sud della Toscana e per un ampio bacino umbro, a danno non soltanto del traffico di persone, ma anche delle dinamiche economiche e sociali locali. Il rischio, per la provincia di Siena, è quello di compromettere le opportunità determinate dai nuovi servizi progettati dall’Amministrazione Provinciale per collegare Siena con Roma in due ore e venti minuti e allungare i tempi di percorrenza verso Firenze ad oltre due ore”.

La mozione presentata dal Pd, inoltre, chiede alla Provincia di continuare l’impegno per la riorganizzazione del trasporto ferroviario senese: “Servono – si legge nel testo – nuovi interventi e investimenti sulla linea Empoli – Siena – Chiusi, con priorità sulla tratta Siena – Chiusi. La stazione di Chiusi  dovrà rafforzare la sua funzione di ‘porta di accesso’ alle direttrici nazionali, sia per il sud della provincia, sia per la città di Siena. Per mantenimento dei collegamenti ferroviari che fermano a Chiusi, fondamentali per la mobilità verso Firenze e Roma, dovranno essere coinvolte le amministrazioni comunali, gli enti, le realtà sociali locali e della limitrofa realtà umbra, per non penalizzare ulteriormente i pendolari, i cittadini, il sistema economico e produttivo del  territorio e rilanciare invece un moderno ed efficiente sistema integrato della mobilità”.

“L’urgenza della situazione – afferma Nasorri – ci ha portato a presentare questa mozione, dalla quale attendiamo risposte concrete e chiare. Il governo, oltre a definire tempi e modi in cui incontrerà le regioni e Trenitalia, dovrà investire risorse per garantire servizi sostitutivi a milioni di pendolari che utilizzano gli intercity. Nell’attesa che venga trovata una soluzione che non penalizzi i cittadini e che non ostacoli il processo di ammodernamento della rete ferroviaria toscana e senese, vigileremo costantemente, valutando la possibilità di assumere altre iniziative nelle sedi istituzionali e nel territorio”.

www.sienapartitodemocratico.it

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...