Scegliamo il cambiamento. La cultura sceglie il PD.

I 450 nomi che hanno firmato l’appello

La cultura sceglie il PD. Sceglie il suo leader e il suo programma. 450 operatori del mondo culturale hanno deciso di appoggiare apertamente Walter Veltroni nel suo ambizioso e quanto mai realistico progetto. “450 nomi che potevano essere anche 1000”, fa notare Vincenzo Cerami, responsabile Cultura del PD, noto scrittore e sceneggiatore, quando ha cominciato a raccogliere i nominativi di quanti volevano aderire all’appello lanciato qualche mese fa. Si tratta solo di una campionatura, spiega Cerami, che rappresenta persone unite dal desiderio di trovarsi insieme nell’esaltante impresa di Veltroni.

Un lunghissimo elenco di nomi che non hanno esitato a schierarsi in maniera diretta. Poeti, scrittori, registi, sceneggiatori, jazzisti, cantanti, disegnatori e fumettisti hanno detto si all’ondata riformista del PD. “E’chiaro che questo ci impegna di più – rivela Cerami – perché nel proseguo del nostro lavoro occorrerà poi dare risposta concreta nei fatti alle esigenze espresse dal mondo della cultura”.

Una grande responsabilità dunque, anche se, ribadisce Cerami, “la politica è nei tempi quando ha la temperatura di quanto accade nella società e di conseguenza interviene tecnicamente e politicamente. L’adesione è quanto mai importante e rilevante – fa notare l’esponente del PD – visti gli attacchi continui della destra, specie di recente, alle istituzioni italiane, fondamenta della nostra democrazia”.

E’ per questo che, a questi nominativi, da cui si è levato il grido preoccupato, si è aggiunto l’appello di altri personaggi della cultura italiana come Gae Aulenti, Claudio Magris, Giovanni Bachelet e Umberto Eco che hanno dato in questi giorni un ulteriore spinta invitando gli indecisi a votare Veltroni e il Pd.

Tra i firmatari si contano personaggi da sempre vicini alla storia del Partito Democratico, come Roberto Benigni, Bernardo Bertolucci, Ennio Morricone, ma anche qualche notevole novità come Carla Fracci, Andrea Zanzotto, uno dei più grandi poeti del nostro tempo, e poi Paolo Flores D’Arcais che come sottolinea Cerami, “magari con un piede solo, ma andrà a votare PD”.

Tra le curiosità il sostegno a distanza di Bigas Luna, che da Bercellona far sapere che darebbe il voto a Veltroni se solo fosse italiano. E poi, tra gli altri Rita levi Montalcini, Paola Cortellesi, Valeria Bruni Tedeschi, Riccardo Scamarcio, i fratelli Taviani, Stefania Sandrelli, Carmen Consoli, Gigi Proietti, Carlo Verdone e Sandro Veronesi.

450 nomi certi di creare insieme una civiltà culturale libera da lacci e catene, e dalla bassa politica che le impedisce di esprimersi. Insieme perché si può fare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...