Veltroni: “L’agricoltura cuore della modernità”

“L’agricoltura è il cuore della modernità”, sembra una contraddizione ma, dalla Borsa di Risi di Vercelli, sessantunesima tappa del suo viaggio in pulmann, Walter Veltroni non perde l’occasione per ricordare che “il ritorno alla sua centralità è assolutamente necessario”.

Non bastano Banda larga o Wi Fi, per rendere moderno ed efficiente il nostro Paese: la modernità, secondo Veltroni, non è associata solo alla tecnologia “ma soprattutto alla qualità della vita, che è data dal rapporto tra uomo e natura.”

Parole molto decise che forse risultano stridenti e sicuramente insolite nell’epoca dell’Information Technology, quando l’agricoltura non è sempre il tema del giorno o al centro di un programma di governo.

Veltroni tocca questo argomento proprio in Piemonte, da Vercelli,, considerata come il più importante mercato risicolo d’Europa. Un fiore all’occhiello per l’Italia con oltre tre milioni di quintali di riso, che vengono coltivati, lavorati e poi trasformati.

Poco prima il ministro delle politiche agricole, Paolo De Castro, alla presenza dei vertici delle associazioni agricole, aveva aperto i lavori per la presentazione del “Forum nazionale tematico agroalimentare”, contenente le linee guida del patto-legislatura tra i PD e la filiera agroalimentare, inaugurato poi da Veltroni.

Una platea di circa mille persone ha ascoltato il leader del Partito Democratico mentre sottolineava appunto come “l’agricoltura può costituire un elemento di promozione della crescita economica del Paese.

Dopo il lavoro e l’innovazione, dunque, il segretario del PD rilancia l’ambiente come una delle questioni che gli stanno più a cuore e che ormai rappresentano una a costante preoccupazione del partito. Nel programma del PD si parla proprio di un “ambientalismo del fare”, che passa dalla rottamazione del petrolio ad un incremento della raccolta differenziata, senza dimenticare la creazione di infrastrutture moderne e sostenibili.

Veltroni è molto chiaro in questo senso e, mentre pensa ad un Italia digitale, alle riforme istituzionali, ai giovani e al precariato, invita anche ad un “ritorno alla dimensione agricola”, dato che, come spiega, è assolutamente necessario perché da lì passano alcune questioni del nostro equilibrio, come appunto la questione ambientale.”

wwww.partitodemocratico.it
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...