Veltroni: “Serve il boom come negli anni Sessanta”

290220080221.jpgDal quotidiano “L’Unità”

«Si sente un’aria del tutto nuova. C’è qualcosa che i sondaggi non misurano, una voglia di nuovo che noi intercettiamo».Walter Veltroni è in Umbria e dà la carica. Ricambiato a giudicare dal calore dell’accoglienza. È vero che i sondaggi danno il Pd ancora distante qualche punto da Berlusconi più Lega (la forbice è tra 38 e 43 secondo l’Swg) però Veltroni dice che il Pd è il partito più votato dai giovani e questa è una novità che non si registrava da anni.
E a proposito di giovani a Perugia Veltroni si toglie un sassolino dalla scarpa, annunciando che una ragazza, Pina Picierno, «sarà capolista là dove lo era De Mita». «È una 26enne, da anni impegnata. Non c’è bisogno di avere tanti anni per saper dare tanto», dice Veltroni. Lei, che di De Mita è stata allieva, anzi ha fatto la tesi proprio sul linguaggio dello statista dc, ha accettato, anche se non farà la campagna elettorale contro il maestro.

Mentre dall’Umbria (dove capilista a Camera e Senato saranno Marina Sereni e Francesco Rutelli) Veltroni annunciava la candidatura di Pina Picierno, a Roma Bettini confermava che si era superato il milione di adesioni al Pd. Nelle stesse ore veniva ufficialmente siglato l’accordo coi radicali. «È una giornata storica – ha commentato Emma Bonino – si prospetta per il Paese un periodo difficile, serve un’accelerazione su liberalizzazioni e riforme economiche.

Al di là delle polemiche autoreferenziali di questi giorni, è questa la risposta che si attendono gli italiani».

Infatti anche per Veltroni il leit motiv è uno solo: la grande scommessa «è far ripartire il paese come avvenne nel primo centrosinistra negli anni del boom economico». Lo dice in Umbria e poi ad Arezzo, dove ringrazia Prodi per il risanamento dei conti.

La scelta del Pd di correre da solo – dice Veltroni – anzi, “libero”, permette di condurre una campagna elettorale più chiara. «Ora siamo liberi, liberi di dire le cose che ho detto stamattina (ieri mattina Veltroni ha incontrato il padre di una delle vittime del “mostro di Foligno” e ha parlato nuovamente della questione pedofilia ndr). Se avessi avuto qui sul palco i dodici rappresentanti dei partiti dell’Unione non avrei potuto farlo». Lungo applauso.

Aggiunta maliziosa su Berlusconi che l’accusa di aver copiato il suo programma: «Copiato? Allora vuol dire che va bene». «La realtà – dice Veltroni più tardi nella tappa di Arezzo – è che per noi vincere è un mezzo per cambiare il paese, per loro è il fine. Come faranno a governare, così eterogenei su tanti temi?»

Unico vero riferimento all’attualità, le morti sul lavoro. «A Perugia (l’altro giorno ndr) e a Genova – ricorda Veltroni – si sono perse le vite di due lavoratori.

È necessario proseguire l’opera avviata dal Governo Prodi e fare della sicurezza sul lavoro non solo una priorità dell’agenda politica ma anche una vera e propria questione di interesse civile». «Si tratta – conclude Veltroni – di un tema che appartiene alla storia di quanti hanno contribuito alla nascita del Pd, un tema centrale per noi, come testimonia la candidatura di Antonio Boccuzzi, e sul quale concentreremo tutte le energie possibili».

Come da programma il leader del Pd ha poi pranzato con una famiglia perugina di San Sisto, alla periferia del capoluogo umbro. Osvaldo Pasqualoni, sua moglie Fernanda Poggiani e i loro figli Alessio e Diego, una famiglia di artigiani, proprietaria di una fabbrica di pelletteria, hanno offerto a Veltroni un pranzo a base di tagliatelle e torta al pesto. Si è parlato dei problemi dell’azienda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...