“Io ci sono”, giornata di mobilitazione dei fondatori del Pd della Toscana. Domenica 24 febbraio 2008

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLE ASSEMBLEE DEI CIRCOLI DEL PD DELLA TOSCANA. DOMENICA 24 FEBBRAIO 2008

Articolo 1 Le assemblee dei circoli del Partito Democratico della Toscana sono convocate nella giornata di domenica 24 febbraio tra le ore 10 e le ore 23 per raccogliere le proposte di nuove candidature, avanzate dalle fondatrici e dai fondatori, per la formazione delle liste del Partito Democratico per l’elezione della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica. Articolo 2 L’assemblea è convocata dal segretario del circolo, con le forme e gli strumenti ritenuti più idonei vista l’urgenza, avendo cura di darne adeguata pubblicità al fine di informare tutte le fondatrici e tutti i fondatori sull’orario ed il luogo in cui la stessa si svolge. Nei circoli, in cui non si sia ancora proceduto all’elezione del coordinatore, l’assemblea viene convocata da un delegato del segretario provinciale scelto all’interno del coordinamento del circolo. E’ compito del coordinamento territoriale promuovere una campagna di comunicazione e di informazione sulla giornata del 24 febbraio.

Articolo 3 Il coordinatore del circolo assume la presidenza dell’assemblea, coadiuvato da un ufficio di presidenza eletto all’inizio della riunione, su sua proposta, e composto da una fondatrice e da un fondatore. Qualora il circolo non abbia ancora eletto il coordinatore, il ruolo del presidente viene assunto dal delegato del segretario provinciale, di cui all’articolo 2 del presente regolamento.

Articolo 4 L’assemblea viene introdotta dal presidente tenendo conto dei contenuti emersi nell’assemblea nazionale di sabato 16 febbraio, del manifesto dei valori, del codice etico e dello statuto del Partito Democratico. Le assemblee di circolo sono un’occasione per discutere e organizzare la campagna elettorale a livello territoriale. L’ introduzione può essere integrata da documenti votati dalle assemblee territoriali o dagli organismi esecutivi già eletti dalle stesse. Il presidente ha il compito di illustrare le modalità con cui possono essere avanzate proposte di nuove candidature, così come predisposto dal coordinamento nazionale e specificato dal presente regolamento.

Articolo 5 Gli interventi delle fondatrici e dei fondatori, con i quali si possono avanzare proposte nominative per le candidature di cui all’articolo 1 del presente regolamento, vengono verbalizzati a cura dell’ufficio di presidenza cui spetta la responsabilità di raccogliere con cura tutte le proposte avanzate. Ciascuna fondatrice e ciascun fondatore ha diritto di avanzare proposte nominative senza limitazione di numero, ispirandosi nelle proposte allo spirito di apertura e rinnovamento e al criterio della rappresentanza paritaria dei generi, come tratti fondanti del PD.

Articolo 6 La riunione, ai fini della sua validità formale, si conclude con la lettura e la votazione del verbale. Il verbale riporta in ordine alfabetico ciascuna delle proposte emerse nel corso della discussione, non dovendo tenere conto, così come espressamente disposto dal regolamento nazionale, del numero di segnalazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...