Bezzini: “Il Pd vada avanti con coraggio, coerenza e con un programma chiaro”

“Il Partito Democratico deve dare un radicale segnale di discontinuità rispetto alla crisi della politica e alla sua incapacità di far funzionare le istituzioni”. Con queste parole Simone Bezzini, coordinatore provinciale del Pd è intervenuto all’iniziativa dal titolo “La nuova politica come la desideriamo” svoltasi ieri, lunedì 4 febbraio, presso l’Auditorium della Confesercenti, a Siena. All’iniziativa, che ha visto una grande partecipazione di cittadini, hanno preso parte anche Riccardo Burresi, presidente dell’assemblea provinciale del Partito Democratico e Franco Ceccuzzi, relatore della commissione regionale per lo Statuto. “Se riusciremo a dare un segnale di coraggio, chiarezza e coerenza – ha dichiarato Bezzini – e se sapremo giocare su un sistema nuovo credo che molte cose cambieranno. Noi ci presenteremo alle prossime elezioni sulle basi di un programma chiaro e questo presuppone un cambiamento di impostazione e di mentalità. Il Pd è la vera novità della politica italiana che dovrà rispondere alle aspettative dei cittadini facendo prevalere l’interesse generale rispetto ai particolarismi. Le primarie del 14 ottobre ci hanno dato un segnale concreto della profonda discontinuità rispetto a quanto siamo stati fino ad oggi. E’ sparita l’appartenenza partitica di stampo ideologico. Oggi modelli rigidi di partito non sono più adeguati e occorre investire su nuove modalità di partecipazione, forum tematici, con una rappresentanza paritaria fra uomini e donne in tutti gli organismi dirigenti, sulla formazione della stesse classi dirigenti. Una delle missioni del Pd – ha concluso Bezzini – sarà questa: moltiplicare i luoghi dove si fa la politica ‘vera’, incentivando la partecipazione”. Franco Ceccuzzi ha spiegato alla platea della Confesercenti il cammino che sta portando alla stesura dello Statuto regionale del Partito Democratico: “Il Pd – ha sottolineato Ceccuzzi – deve essere un partito ‘modello 14 ottobre’, aperto e pluralista che risponda all’esigenza di una nuova politica che i cittadini hanno manifestato. Occorre incentivare due tipi di partecipazione: una ‘esigente’, ovvero basata su un contatto più stretto e continuo fra cittadini e istituzioni e una ‘calda’, che si sviluppi dal basso e tenga conto di quella tradizione toscana alla militanza emozionale ed appassionata, che sarebbe sbagliato perdere”. Riccardo Burresi ha delineato la situazione politica italiana delle ultime settimane sottolineando che “Il Pd è la risposta di buona politica che i cittadini ci hanno richiesto e noi abbiamo la responsabilità delle scelte e del cambiamento. Dobbiamo puntare ad un partito aperto, trasparente e organizzato costruito non solo per l’oggi e per noi, ma per il domani e per i nostri figli”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...